Insegne ed impianti pubblicitari permanenti

edilizia7

Il titolare di un’attività, di un negozio, di un bar, di uno studio professionale ecc., per poter collocare targhe, insegne o impianti pubblicitari esternamente alla struttura dove esercita, deve avere apposita autorizzazione comunale.
Le, insegne e tutti gli impianti pubblicitari devono rispettare, per dimensioni, forme e colori, le normative previste sia dal Codice della Strada, sia dal Regolamento comunale relativo, sia dalle leggi dello Stato in materia.
Per poter installare una insegna, occorre in alcuni casi o una C.I.L. oppure una SCIA per l’inizio dei lavori di straordinaria manutenzione.
E’ necessario compilare un’apposita modulistica, da ritirare presso lo Sportello del Cittadino dell’URP o presso il Comando di Polizia Municipale, dove vanno indicati, oltre alle generalità del richiedente, il tipo di manufatto da collocare e tutte le sue caratteristiche (dimensioni, diciture in esso riportate, ubicazione del luogo dove verrà collocato, posizionamento, durata –temporanea o permanente).
Al modulo vanno allegati:
– n. 1 marca da bollo dal valore vigente
– planimetria indicante la collocazione dell’impianto pubblicitario;
– prospetto dell’edificio sul quale va affissa l’insegna o la targa;
– progetto grafico particolareggiato, a colori del manufatto;
– eventuale documentazione fotografica dell’edificio interessato alla collocazione dell’insegna, o impianto pubblicitario.
L’autorizzazione viene rilasciata entro 60 giorni dalla data di protocollo della domanda.
Il termine è interrotto se è richiesta l’integrazione della documentazione e riparte dal giorno di presentazione della stessa.